Lavoro

Attraverso il secondo asse, S.IN.C. offre sostegno ai lavoratori dello spettacolo, finalizzato allo sviluppo di attività innovative. L’asse consente di potenziare gli assi “Imprese”, “Teatri” e “Marketing”, mobilitando le energie degli operatori dello spettacolo.

Il suo contenuto è strettamente innovativo, mentre il suo funzionamento è stato già sperimentato attraverso la formula del progetto BuonLavoro ideato dal Consorzio Marche Spettacolo.

Come funziona il progetto BuonLavoro?

Il progetto prevede l’erogazione di un contributo economico ai Consorziati che impiegheranno lavoratori singoli o collettivi (quali ad esempio: cori, orchestre, compagnie di artisti, cooperative di tecnici, etc.) iscritti nell’apposito registro predisposto dal Consorzio e nella Banca Dati degli Operatori dello Spettacolo dal Vivo.

L’obiettivo generale di questo intervento è contribuire ad alleviare i disagi della condizione di precarietà lavorativa nel settore dello spettacolo dal vivo nella regione Marche, valorizzando le risorse umane del comparto. Destinatari diretti dell’intervento sono tutti i soci del Consorzio Marche Spettacolo, mentre i destinatari indiretti sono i lavoratori dello spettacolo marchigiani, singoli o collettivi.

Le richieste di contributo inviate al Consorzio saranno valutate alla luce dei seguenti criteri:

  • effettiva creazione di lavoro nuovo, aggiuntivo/integrativo, o avente carattere innovativo;
  • numero di giornate lavorative Enpals attivate nel caso di contratti di lavoro a tempo determinato o di contratti di fornitura con lavoratori collettivi;
  • ammontare del compenso lordo del contratto di lavoro nel caso di contratti a progetto o di lavoro autonomo (si considererà n.1 giornata lavorativa Enpals ogni 100 euro).

Avranno carattere prioritario gli interventi che prevedono il coinvolgimento, in qualità di ‘partner associato’, di imprese marchigiane, operanti nel comparto culturale e creativo.