Marketing

Nel censimento “Lo spettacolo dal vivo nelle Marche. I soggetti, gli eventi, i numeri e la storia” emerge che nel 2010 il sistema marchigiano dello spettacolo dal vivo ha prodotto un totale di 104 spettacoli (50 dei quali solo nella provincia di Ancona) e ha distribuito un totale di 112 spettacoli.

Da segnalare, dal lato della fruizione, il buon coinvolgimento del pubblico sia negli spettacoli a pagamento che in quelli gratuiti. Tra gli eventi prodotti e distribuiti, la Regione, sempre nel 2010, conta un pubblico pagante di 307.792 spettatori, concentrati in maggior misura sulle proposte riguardanti la musica colta e il teatro di prosa.

Meno incoraggiante, già nel 2010, è l’analisi delle entrate del settore. Le fonti di finanziamento diverse dai contributi pubblici riguardano i ricavi da biglietteria (5.261.919 euro nel 2010), i contributi dai privati e le donazioni (rispettivamente circa 3.670.000 euro e circa 154.000 euro), le sponsorizzazioni (oltre i 2.000.000 di euro) e altre attività collegate (affitti, vendita di gadget e pubblicazioni, altro).

Per la sostenibilità finanziaria dello spettacolo dal vivo nelle Marche, è da notare come il totale delle cosiddette fonti di autofinanziamento (bigliettazione, sponsorizzazioni e attività collaterali), non superi il contributo pubblico che queste aziende ricevono: segno di una persistente dipendenza del settore dello spettacolo dal vivo da un intervento pubblico che sappiamo in drammatica riduzione.

Altro dato interessante è che, a fronte di un 50% circa di finanziamenti pubblici e un 40% di autofinanziamento, solo un 10% dei fondi proviene dall’intervento dei privati.

Appare evidente la necessità di ideare percorsi di rafforzamento della fruizione dello spettacolo dal vivo.

Attraverso il quarto asse, S.IN.C. sviluppa strumenti destinati a tale scopo. L’asse poggia sul piano dei prodotti turistici della regione Marche e mira a facilitare il consumo di spettacolo dal vivo da parte del segmento di turisti interessati al prodotto “Cultura. The genius of Marche”. L’asse mette in campo una strategia articolata in tre componenti:

  • bigliettazione elettronica diffusa,
  • comunicazione integrata,
  • promocommercializzazione pacchetti turistici.