Vitamina A: com'è andata?

Il tavolo di lavoro

Venerdì 15 gennaio, al Palazzo del Consiglio Regionale di Ancona si è tenuto l’incontro “Vitamina A – Artisti integratori d’impresa”, nell’ambito dell’asse 1 di S.IN.C., condotto da Federico Bomba e Alessia Tripaldi – fondatori del progetto Sineglossa Creative Ground e curatori dell’agenzia interstiziale JES!. Si è trattato di un incontro propedeutico alla successiva fase di coinvolgimento dei Consorziati, per la realizzazione di interventi artistici all’interno delle imprese marchigiane che aderiranno all’iniziativa.

L’incontro si è svolto con la modalità del focus group, un vero e proprio tavolo di pensiero, per affrontare  i pregiudizi che ci sono tra artisti e imprenditori. I Consorziati partecipanti si sono confrontati sul ruolo dell’artista e sui processi artistici. L’artista, grazie al proprio metodo di lavoro e alla propria visione, può stimolare l’azienda a guardarsi in modo diverso, ad essere innovativa e competitiva in un mercato sempre più saturo. Federico Alessia hanno posto l’accento, in particolare, sul concetto di fallimento creativo, che spesso gli artisti sperimentano durante il loro percorso di ricerca, come momento fondamentale per la nascita di qualcosa di nuovo. La paura del fallimento che – soprattutto in questo periodo di crisi – attanaglia le imprese e le spinge ad andare sul sicuro, evitando di sperimentare concetti e idee originali, potrebbe, con l’aiuto dell’artista, attenuarsi.

Se, da una parte, il timore degli artisti è il rischio di snaturare il proprio linguaggio per vendere un prodotto, dall’altra, alcuni imprenditori credono che gli artisti parlino un linguaggio incomprensibile e che manchino di senso pratico. Per questo i Sineglossa Creative Ground sottolineano la necessità di un training iniziale e l’importanza di una figura di mediazione tra artisti e aziende. In Europa, infatti, sono sempre più numerose le organizzazioni che si occupano di stimolare e agevolare il binomio Art&Business, che comporta una diversa possibilità di reddito per i primi e una nuova possibilità di innovazione per le seconde. Anche in Italia dobbiamo lavorare per raggiungere questo virtuoso sodalizio.

Nelle prossime settimane, Federico Bomba e Alessia Tripaldi incontreranno un campione rappresentativo dell’imprenditoria marchigiana, al fine di individuare i principali bisogni condivisi dagli imprenditori e di indagare la loro visione dell’arte e del possibile apporto degli artisti alle imprese. Quindi stileranno un report di sintesi e commento dei risultati ottenuti. L’obiettivo finale è quello di creare dei possibili modelli di intervento in cui vari linguaggi artistici rispondono ai bisogni delle imprese.