E.N.J.O.Y.! L'empatia entra in azienda!

enjoy1L’empatia entra in azienda con E.N.J.O.Y.! il progetto che la compagnia Rovine Circolari per Amat ha dedicato alla IFI e ai suoi prodotti di alta tecnologia e dal design pluripremiato per bar e pasticcerie.
Il titolo, acronimo di Empathy to Narrate a Job: an Occasion for You!, evoca già da subito gli scenari di relazione e condivisione messi in atto dal progetto ideato da Isabella Carloni, attrice-autrice, regista e direttore artistico dell’associazione, ed Alessia Raccichini, attrice-autrice, story-teller e copywriter.


L’obiettivo del progetto è sviluppare gli aspetti empatici della comunicazione all’interno dell’azienda tramite i linguaggi artistici legati al corpo e alla parola – in particolare rispetto all’arte narrativa – sfruttando la loro capacità evocativa, simbolica e relazionale ad impiego del mondo dell’impresa.
Una serie di workshop creativi volti a migliorare la qualità della relazione nel team di lavoro e a sviluppare il senso di appartenenza all’impresa e al brand che vede coinvolti ben 19 dipendenti dell’azienda di Tavullia (PS), scelti tra i top manager e tra coloro che rivestono un ruolo di coordinamento e responsabilità nel settore del marketing, della comunicazione, della produzione e progettazione, della ricerca scientifica e tecnologica, delle risorse umane e dell’area commerciale.

E non sono mancate le sorprese!
Il primo a calarsi nel cuore del lavoro è stato proprio il presidente della IFI, Gianfranco Tonti, che, dopo il saluto “ufficiale” per l’apertura dei lavori, ha partecipato al laboratorio a fianco dei suoi collaboratori.
“Nonostante l’inevitabile sorpresa iniziale dei partecipanti” – raccontano le due artiste di Rovine Circolari – “siamo rimaste piacevolmente colpite dal fatto che anche chi nel proprio lavoro non è solito dialogare con la dimensione artistica e creativa, si è lasciato coinvolgere da questa esperienza insolita ed originale.”
“Ci siamo avvicinati al progetto E.N.J.O.Y.! con un comune denominatore: la curiosità” – racconta Cesare Avanzi, Responsabile Comunicazione del Gruppo – “Curiosità diverse, perché i 20 partecipanti ricoprono funzioni diverse: tra noi c’è chi lavora con i numeri, chi con le parole, chi con le formule, chi con i prodotti, chi con le persone e così via; chi parla sempre e chi non parla mai; chi, per carica, deve litigare tutti i giorni e chi, sempre per carica, non deve scontrarsi mai con nessuno. Quindi, curiosità di vedere cosa cavolo ci azzecca il teatro con un’industria che deve combattere tutti i giorni per sopravvivere nella vita reale. Potevamo sentirci dire: Che buffonata questa roba di gruppo. Oppure, come è successo: Non vediamo tutti l’ora che cominci il prossimo incontro. A partire dal presidente!!!”.

A conclusione delle giornate di workshop, i materiali raccolti confluiranno nella fase successiva del progetto, ossia l’elaborazione di un’azione scenica “brand specific” da parte delle due artiste per la IFI: un ulteriore momento di condivisione all’interno dell’azienda, come sintesi e restituzione dell’originale percorso di E.N.J.O.Y.!.